Sirio Magazine
Portale di ricerca Astrologica, esoterismo e mistero!

“L’Oroscopo dei Mondi Interiori” – Giugno 2019 –

Ripiegamento sul passato è un po’ di confusione…

Giugno è un mese illuminato da una stella importante, la Stella del Mattino Venere che dai Gemelli porta leggerezza, il dono immensamente grande, raro e preziosissimo dell’Ironia che salva qualsiasi situazione e diventa sinonimo di saggezza illuminata da un sorriso, capacità di giocare e mette le ali ad altri aspetti un po’ pesanti che caratterizzano il mese.

Un mese per altri versi immerso nelle Acque cancerine, che già ispirano una nostalgia del passato e di ciò che è stato e che i pianeti retrogradi accentuano: non è propriamente un aspetto negativo, anzi possiamo dire che non lo è affatto, ma certo rappresenta un rallentamento per tutti, un rivedere progetti e idee nella loro fattibilità, un check generale prima di andare avanti verso l’estate che offrirà diversi stimoli di azione e miglioramento per tutti i segni.

A tratti però le settimane di giugno, più che un rifugiarsi in ciò che è stato, potrebbero anche diventare un vagheggiare di ciò che non è mai stato, a causa della quadratura di Giove e Nettuno che facilita le fughe, i paradisi della fantasia e dell’immaginario, proprio laddove invece Saturno congiunto a Plutone mette alle strette, ricorda e ripropone con severità le nostre responsabilità dandoci davvero ben pochi modi di fuggirne.

Tendenze contrastanti quindi, che potrebbero portare all’insorgere di un certo caos voluto da Nettuno o all’ordine un po’ scomodo di Saturno.

Certamente è bene comunque non ignorare il Grande Vecchio, che è fortissimo nella sua sede. Ma anche Nettuno è forte in pesci…

…”Questa è l’introduzione dell’Oroscopo del mese di Giugno 2019 di Sirio, per sapere di più sulle previsioni segno per segno ci trovi in edicola!

a cura di Davide Marrè

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.